Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

I reati dei pubblici ufficiali contro la P.A.: peculato e concussione

I reati  dei pubblici ufficiali contro la P.A.: peculato e concussione
I reati  dei pubblici ufficiali contro la P.A.: peculato e concussione I reati contro la pubblica amministrazione possono essere fatti dai pubblici ufficiali oppure dai privati cittadini.

Gli incaricati dei servizi pubblici che si appropriano indebitamente di denaro o altre cose appartenenti allo Stato commettono reato di peculato.

Un esempio è il vigile che si tiene i soldi riscossi con le multe oppure l'esattore delle tasse che intasca il denaro dei contribuenti.

Il peculato è disciplinato dall'articolo 314 del codice penale ed è un reato molto grave, perché la legge deve tutelare gli interessi della pubblica amministrazione, ma al contempo vigilare sulla correttezza dei suoi funzionari.

Il peculato può essere commesso da un incaricato di un pubblico servizio o da un pubblico ufficiale.

L'oggetto del reato è il denaro e l’appropriazione indebita da parte del funzionario; a seconda dei casi, può essere compreso anche il dolo, quando chi lo commette lo fa volontariamente e con consapevolezza.

La pena per il peculato varia da 4 a 10 anni di carcere e comprende l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, in base all'articolo 317 bis del codice penale.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
L’interdizione potrà essere temporanea se vi sono circostanze attenuanti ed una pena inferiore ai tre anni.

Il peculato d'uso è previsto dall'articolo 314 comma 2 del codice penale e dalla legge numero 86 del 26 aprile 1990.

Chi commette il reato è sempre un incaricato di pubblico servizio o un pubblico ufficiale, che si è appropriato momentaneamente di denaro o di un oggetto pubblico e poi lo ha restituito.

La cosa pubblica è stata sottratta e destinata ad un uso personale ma poi restituita ed un classico esempio è l'uso dell'autovettura di servizio a scopi personali.

La pena prevista è il carcere da sei mesi a tre anni e l’interdizione dai pubblici uffici temporanea; in base all'articolo 323 bis del codice penale sono previste delle circostanze attenuanti.

Il peculato può essere fatto anche mediante il profitto dell'errore altrui, come disciplinato dall'articolo 316 del codice penale.

In questo caso il pubblico ufficiale durante l'esercizio delle sue funzioni si approfitta dell'errore altrui e riceve indebitamente denaro.
avvocati in evidenza specializzati in Reati contro la Pubblica Amministrazione
Se l'errore è provocato spontaneamente e il funzionario è in buona fede si tratta di concussione, disciplinata dall'articolo 317 del codice penale con la riforma della legge 190 del 2012.

La concussione è un reato fatto dal pubblico ufficiale che abusa dei suoi poteri e costringe qualcuno a dare indebitamente denaro a se stesso oppure a terze persone.

Prima della riforma del 2012 c'era la differenza tra concussione per costrizione e per induzione, ma con la riforma è diventato un reato autonomo, disciplinato dall'articolo 319 quater del codice penale.

La concussione è un delitto molto grave che lede sia lo Stato che i privati cittadini che sono danneggiati dall'abuso di potere dei funzionari pubblici.

Un esempio classico di concussione è quello dei finanzieri che sequestrano sigarette di contrabbando e se le fumano, oppure dei poliziotti che sequestrano della droga che poi usano o spacciano.

Ancora più grave è il caso in cui, invece di tenersi per se e gli oggetti illegali sequestrati, questi vengono rivenduti o restituiti agli spacciatori o ai contrabbandieri in cambio di favori.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Reati contro la Pubblica Amministrazione
BARBARA COSTANTINI
studio Costantini
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella
ANTONELLO VIOLA
Studio Masotta Viola
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella Avvocato online senza stella
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.