Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Il medico intra moenia deve pagare l’ospedale

Il medico intra moenia deve pagare l’ospedale
Il medico intra moenia deve pagare l’ospedale Il settore medico è uno dei più sensibili per quel che riguarda i reati contro la Pubblica Amministrazione.

Si sentono quasi tutti i giorni notizie di dottori che approfittano della loro posizione per commettere reati come peculato e concussione.

È degli ultimi giorni la notizia di un noto medico leccese che ha visitato numerosi pazienti intra moenia senza versare il corrispettivo all'azienda sanitaria.

Intra moenia significa svolgere un'attività libero professionale all'interno delle strutture aziendali della Asl, i pazienti devono corrispondere la tariffa al medico, il quale dovrà versare a sua volta una quota all'azienda sanitaria per l'utilizzo delle strutture.

Questo purtroppo spesso non avviene, come nel caso di un noto reumatologo che è finito sul banco degli imputati per la cifra di 500 euro.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Il professionista è stato inizialmente accusato di appropriazione indebita, in quanto avrebbe commesso il reato come libero professionista e non come dipendente della Asl.

Essendoci anche l'aggravante della prestazione d'opera, il giudice ha deciso che era fondata l'accusa di peculato e quindi si sarebbe potuto procedere anche senza querela.

Nei giorni scorsi gli avvocati del medico hanno chiesto ed ottenuto il giudizio mediante il rito abbreviato che si svolgerà tra pochi mesi davanti al giudice per l'udienza preliminare.

Il caso del reumatologo leccese è scoppiato nell'agosto del 2014, quando una vigilessa ha dato il via all'inchiesta prendendo appuntamento con lo specialista presso il polo riabilitativo dell'ospedale.

Successivamente i carabinieri del NAS hanno intrapreso le indagini dimostrando che il caso della vigilessa non era isolato e ce n’erano stati molti altri.
avvocati in evidenza specializzati in Reati contro la Pubblica Amministrazione
Sebbene quanto intascato illecitamente dal medico non sia una grossa cifra, tanto è bastato per essere accusato di peculato, un reato molto grave contro la Pubblica Amministrazione.

Il delitto di peculato è documentato dagli articoli numero 314 e 316 del Codice Penale, che hanno riformulato le definizioni di pubblico ufficiale e incaricato di pubblico servizio contenute in una precedente norma del 1990.

"Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, che, avendo per ragione del suo ufficio o servizio il possesso o comunque la disponibilità di danaro o di altra cosa mobile altrui, se ne appropria, è punito con la reclusione da quattro a dieci anni."

"Si applica la pena della reclusione da sei mesi a tre anni quando il colpevole ha agito al solo scopo di fare uso momentaneo della cosa, e questa, dopo l'uso momentaneo, è stata immediatamente restituita".

L'articolo 316 del Codice Penale specifica che: "Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, il quale, nell'esercizio delle funzioni o del servizio, giovandosi dell'errore altrui, riceve o ritiene indebitamente, per sé o per un terzo, denaro od altra utilità, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni".

Se hai bisogno di assistenza legale in questa materia, rivolgiti direttamente su questo portale ad uno degli avvocati esperti presenti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Reati contro la Pubblica Amministrazione
Laura Mezzena
Studio legale Mezzena
Avvocato - MILANO
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella Avvocato online senza stella
BARBARA COSTANTINI
studio Costantini
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.