Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Fallimento e bancarotta: gli avvocati online spiegano cosa dice la legge e quali sono le pene.

Fallimento e bancarotta
Fallimento e bancarotta Il fallimento e la bancarotta sono due tipi di crisi di impresa e comportano pene che prevedono il carcere.

Nel fallimento l'imprenditore viene destituito dai suoi poteri e l'azienda presa in mano da un curatore fallimentare. L'impresa potrà essere chiusa cercando di tutelare il più possibile creditori e dipendenti.

La bancarotta è un reato legato al fallimento e può essere semplice o fraudolenta. La bancarotta semplice è dovuta all'incapacità dell'imprenditore, mentre quella fraudolenta è dolosa, perché include la frode e il nascondimento di capitali per non pagare i creditori.

La Legge Fallimentare è stata promulgata per la prima volta con un regio decreto del 16 marzo 1942 e viene continuamente aggiornata.

Si parla di fallimento e concordato preventivo anche all'articolo 2221 del Codice Civile: "Gli imprenditori che esercitano un'attività commerciale, esclusi gli enti pubblici e i piccoli imprenditori, sono soggetti, in caso di insolvenza alle procedure del fallimento e del concordato preventivo, salve le disposizioni delle leggi speciali".
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
La bancarotta viene dichiarata dal tribunale, il quale deve dimostrare l'impossibilità dell'azienda a saldare i propri debiti e nominare un curatore fallimentare che deve provvedere a vendere il patrimonio per ripagare i creditori.

In Italia, spiegano gli avvocati online specializzati in reati contro il patromonio, vi sono stati casi clamorosi di bancarotta fraudolenta come quello dell'azienda americana di servizi finanziari Lehman Brothers e della Parmalat.

Il reato di bancarotta semplice è documentato dall'articolo 221 della Legge Fallimentare e prevede il carcere. "E' punito con la reclusione da sei mesi a due anni, se è dichiarato fallito, l'imprenditore, che, fuori dai casi preveduti nell'articolo precedente:

1) ha fatto spese personali o per la famiglia eccessive rispetto alla sua condizione economica; 2) ha consumato una notevole parte del suo patrimonio in operazioni di pura sorte o manifestamente imprudenti;

3) ha compiuto operazioni di grave imprudenza per ritardare il fallimento; 4) ha aggravato il proprio dissesto, astenendosi dal richiedere la dichiarazione del proprio fallimento o con altra grave colpa;

5) non ha soddisfatto le obbligazioni assunte in un precedente concordato preventivo o fallimentare".
avvocati in evidenza specializzati in Reati contro il Patrimonio
"Salve le altre pene accessorie (omissis), la condanna importa l'inabilitazione all'esercizio di un'impresa commerciale e l'incapacità ad esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa fino a due anni".

Le pene comminate in caso di bancarotta fraudolenta si trovano nell'articolo 216 della Legge Fallimentare. "E' punito con la reclusione da tre a dieci anni, se è dichiarato fallito, l'imprenditore, che:

1) ha distratto, occultato, dissimulato, distrutto o dissipato in tutto o in parte i suoi beni ovvero, allo scopo di recare pregiudizio ai creditori, ha esposto o riconosciuto passività inesistenti;

2) ha sottratto, distrutto o falsificato, in tutto o in parte, con lo scopo di procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto o di recare pregiudizi ai creditori, i libri o le altre scritture contabili o li ha tenuti in guisa da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio o del movimento degli affari. (Omissis).

La condanna per uno dei fatti previsti nel presente articolo importa per la durata di dieci anni l'inabilitazione all'esercizio di una impresa commerciale e l'incapacità per la stessa durata ad esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa".

Hai avuto un problema a riguardo? Chiedi online una prima consulenza legale e un preventivo agli avvocati della tua città esperti in reati contro il patrimonio.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Reati contro il Patrimonio
BARBARA COSTANTINI
studio Costantini
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella
ANDREA MATTEA
MATTEA
Avvocato - TORINO
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.