Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Le cartelle Equitalia cadono in prescrizione dopo cinque anni e non dieci

Le cartelle Equitalia cadono in prescrizione dopo 5 anni e non 10
Le cartelle Equitalia cadono in prescrizione dopo 5 anni e non 10 I tempi di prescrizione dei debiti verso lo Stato sono dibattuti da anni in tutti tribunali.

Il termine prescrizionale dei crediti da applicare nella fase successiva alla notifica della cartella non impugnata è documentato dall'articolo n. 2953 del Codice Civile.

"I diritti per i quali la legge stabilisce una prescrizione più breve di dieci anni, quando riguardo ad essi è intervenuta sentenza di condanna passata in giudicato, si prescrivono con il decorso di dieci anni".

La questione è stata nuovamente affrontata con una Ordinanza della Corte di Cassazione depositata l'8 ottobre 2015, che si è dimostrata favorevole al contribuente in quanto la cartella esattoriale non può essere paragonata a un accertamento dell'Agenzia delle Entrate o a una sentenza del tribunale.

In virtù di questo, la prescrizione delle cartelle di Equitalia è di cinque anni e non di dieci.

 
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Per poter applicare il termine di riscossione ordinario di dieci anni, l'ente creditore dovrà produrre in giudizio il titolo definitivo della pretesa, ossia "il provvedimento amministrativo di accertamento o la sentenza passata in giudicato", emessi "antecedentemente all’emissione delle cartelle".

L'Ordinanza è molto importante per tutti i contribuenti, che in caso di controversie potranno fare riferimento all'articolo 2984 del Codice Civile: "Si prescrivono in cinque anni: 1) le annualità delle rendite perpetue o vitalizie; 1-bis) il capitale nominale dei titoli di Stato emessi al portatore; 2) le annualità delle pensioni alimentari;

3) le pigioni delle case, i fitti dei beni rustici e ogni altro corrispettivo di locazioni; 4) gli interessi e, in generale, tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno o in termini più brevi (2); 5) le indennità spettanti per la cessazione del rapporto di lavoro.
avvocati in evidenza specializzati in Equitalia
La prescrizione ordinaria di dieci anni è documentata dall’articolo 2946 del Codice Civile: "Salvi i casi in cui la legge dispone diversamente i diritti si estinguono per prescrizione con il decorso di dieci anni".

Con la sentenza n. 2464 del 2015 emessa dal tribunale di Lecce il giudice del lavoro si espresso a favore di un contribuente che ha impugnato le intimazioni di pagamento da parte di Equitalia riguardo a una cartella notificata oltre cinque anni prima.

"La cartella esattoriale non opposta è titolo esecutivo a contenuto definitivo, ma detto titolo non può essere equiparato a una sentenza passata in giudicato, in quanto non sottoposto al vaglio del giudice, risultando, piuttosto, atto di accertamento di un credito cui il giudice è risultato estraneo".

"Il diritto di credito portato dalle cartelle esattoriali in oggetto è, pertanto, sottoposto al termine di prescrizione quinquennale previsto per i crediti prescrizionali, non trovando applicazione l’articolo 2953 c.c.".
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Equitalia
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.