Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Cosa fa Equitalia quando non c’è niente da pignorare?

Cosa fa Equitalia quando non c’è niente da pignorare?
Cosa fa Equitalia quando non c’è niente da pignorare? Equitalia usa diversi metodi per trovare i beni da pignorare alle persone, che siano mobili, immobili o presso terzi.

Quando li trova, nel primo caso l’ufficiale addetto alla riscossione contatta personalmente il debitore rilasciandogli un verbale scritto.

Quando si tratta di beni immobili, Equitalia notifica l’atto al domicilio e quando c’è da pignorare il conto corrente o lo stipendio, avvisa con una notifica prelevando le somme direttamente presso l’ente, che sia la banca, il datore di lavoro o l’Inps.

In tempi magri come questi, capita sovente che un debitore non abbia niente di pignorabile, o perlomeno niente di intestato a suo nome.

Grazie alla tecnologia telematica, l’azienda può accedere all’anagrafe tributaria dopo aver ricevuto il permesso del giudice e scoprire vita, morte e miracoli del contribuente.

L’anagrafe tributaria è una banca dati dove sono contenute tutte le informazioni dei beni posseduti dalle persone e qui l’ufficiale giudiziario può fare una ricerca per verificare che effettivamente non ci sia nulla da pignorare.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Se gli importi da riscuotere superano i 25mila euro, Equitalia può fare qualunque ispezione presso gli enti e avvalersi della collaborazione della Guardia di Finanza per trovare eventuali beni o conti esteri da confiscare.

Per appurare l’effettiva condizione di povertà e di essere nullatenenti, l’azienda di riscossione può controllare anche qualunque movimento di beni o di denaro avvenuto negli ultimi cinque anni e rivalersi su quello.

Il debitore nullatenente non è mai al riparo dal pagamento, perché Equitalia ha il diritto di pignorare ogni tipo di bene che venga acquisito in futuro.

L’unico momento in cui il debito si estingue è quando cade in prescrizione e questo avviene dopo diversi anni, a seconda dei casi.

Quando i soldi da riscuotere sono veramente tanti, il debitore non è sicuro neanche se fugge all’estero, perché con la tecnologia che c’è oggi è possibile smascherarlo perfino in capo al mondo.
avvocati in evidenza specializzati in Equitalia
Naturalmente chi non ha niente non può essere privato del necessario per vivere, però non è al riparo dagli esattori fintanto che i debiti non vanno in prescrizione.

A volte i debitori sono talmente tanti che l’azienda di riscossione fa una sanatoria, consentendo di ripianare la propria posizione con il fisco mediante delle sanzioni ridotte, in modo da smaltire l’eccessiva quantità di pratiche da risolvere.

Anche se non c’è nulla da sequestrare, Equitalia non si scorda mai dei debiti ed è opportuno fare una verifica periodica della propria situazione recandosi in un ufficio, perché capita frequentemente di avere delle pendenze senza saperlo.

Basta una multa vecchia mai consegnata dal postino che il debito lievita senza mai fermarsi.

Anche chi è nullatenente, o vuole risultare come tale, è bene che tenga sotto controllo la propria posizione con l’ente di riscossione, per non ritrovarsi in futuro con un pignoramento di beni a causa di un debito dimenticato da anni.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Equitalia
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.