Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Si lasciano e lui rivuole i regali, ma ottiene “solo” un quadro da 600mila euro

Si lasciano e lui rivuole i regali, ma ottiene “solo” un quadro da 600mila euro
Si lasciano e lui rivuole i regali, ma ottiene “solo” un quadro da 600mila euro Di norma i regali tra ex coniugi non possono essere chiesti indietro, a meno che non si tratti di oggetti di eccezionale valore.

La legge considera questa particolare condizione una vera e propria forma di investimento, che comporta un impoverimento del donatore.

Nella sentenza di divorzio in esame, un uomo si è rivolto al tribunale per chiedere che la sua ex gli restituisse i regali fatti, ossia13 oggetti di grande valore.

Sia il Tribunale che la Corte d’Appello hanno ritenuto che 12 oggetti appartenessero ormai alla ex compagna, perché fatti in occasione di feste particolari come San Valentino o i compleanni.

Questi regali, opere d’arte molto costose e un brillante da 13 carati, secondo la legge sono di proprietà della ex compagna, che non è quindi tenuta a restituirli.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
L’unica concessione è stata fatta per un quadro di Picasso dal valore di 600mila euro, che è stato donato dall’uomo per farsi perdonare una lite.

Considerando il grande valore dell’oggetto, in proporzione alla condizione economica del donatore, il regalo andava fatto attraverso un atto pubblico di donazione.

Senza questo documento l’oggetto va restituito al proprietario, o altrimenti gli deve essere risarcita l’equivalente somma in denaro.

L’uomo, molto facoltoso, ha ottenuto solamente la restituzione del quadro e non degli altri 12 oggetti, sebbene fossero molto costosi anch’essi; i giudici hanno valutato la sua condizione economica agiata, ma tuttavia ha diritto alla restituzione del quadro perché avrebbe dovuto essere stato regalato mediante una vera e propria donazione.
avvocati in evidenza specializzati in Separazione / Divorzio
WALTER GADDIA
ADR Lawyers
Avvocato - MILANO
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online senza stella
In assenza del documento di donazione il bene posseduto è considerato senza titolo e deve essere restituito in caso di richiesta. La donazione è disciplina dell’articolo 769 del Codice Civile:

«La donazione è il contratto col quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l'altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o assumendo verso la stessa un'obbligazione».

L’oggetto della donazione può essere qualunque cosa appartenente ai beni del donante escluso quelli futuri; la donazione può essere indiretta quando il donante avvantaggi il debitore in qualche maniera, ad esempio pagandogli un debito.

La donazione rimuneratoria è fatta in segno di riconoscenza e quella obnuziale viene fatta in vista di un futuro matrimonio a beneficio degli sposi o dei figli.

La donazione si può revocare in presenza di ingratitudine del donante o di sopravvivenza dei figli, come disciplinato dagli articoli 801 e 803 del Codice Civile, a meno che non si tratti di «donazioni rimuneratorie e quelle fatte in riguardo di un determinato matrimonio». (Art. 805 C.C.).

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Separazione / Divorzio
Articoli per Diritto di Famiglia
Ti potrebbe interessare anche...
L’avvocato online spiega: la convivenza more uxorio. I diritti del convivente sull’abitazione familiare. Chiedi una consulenza all’avvocato
L’istanza di divorzio breve: le novità e il testo della legge. Chiedi un preventivo gratuito all’avvocato per vincere la causa
L’assegnazione della casa coniugale è un criterio sociale per i coniugi non abbienti. Verifica i tuoi requisiti on line.
L’avvocato online spiega: separazione e divorzio “facili” con la Legge 162/2014. Come procedere.
La separazione di fatto: in cosa consiste e quali possono essere gli esiti legali
Separazione non consensuale. Come procedere in caso il coniuge non voglia separarsi?
La specialità del procedimento di divorzio: modalità per presentare istanza
Il rifiuto di rapporti sessuali e l’addebito nell’istanza di separazione
Divorzio veloce in Comune con 16 euro o all’estero senza separazione
Pro e contro di matrimonio e convivenza in attesa della legge sulle unioni civili
Gli accordi prematrimoniali in Italia valgono come scritture private
Se ci sono troppe spese l’assegno di mantenimento all’ex non è dovuto.
Separazione consensuale, giudiziale e per colpa
Il cattivo odore giustifica il rifiuto di rapporti intimi
Gli effetti legali e patrimoniali dello scioglimento del matrimonio
L'affidamento e i diritti dei figli dopo la separazione
Svuota la casa dell’ex ma non è punibile
Anche il tradimento a distanza comporta le spese di separazione
Risarcimento danni da tradimento se ha leso la salute
Addio all’assegno di mantenimento legato al tenore di vita
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.