Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

L'affidamento e i diritti dei figli dopo la separazione

L'affidamento e i diritti dei figli dopo la separazione
L'affidamento e i diritti dei figli dopo la separazione Una volta in caso di separazione i provvedimenti relativi ai figli erano disciplinati dell'articolo 155 del codice civile.

La legge prevedeva l'affidamento condiviso, secondo il concetto che il figlio abbia diritto di mantenere un rapporto con entrambi i genitori anche dopo la separazione; inoltre ha diritto a mantenere i rapporti anche con i parenti del padre e della madre.

L’articolo 155 del codice civile è stato sostituito dalla riforma della filiazione, decreto legge numero 154 del 2013; in caso di separazione le disposizioni sui figli sono regolate dal titolo IX capo II della legge 154.

In seguito a separazione o nullità del matrimonio oppure a procedimenti nei confronti di minori nati fuori dal matrimonio, la riforma della filiazione ha eliminato la differenza tra figli legittimi, naturali ed adottivi, stabilendo che tutti abbiano lo stesso stato giuridico.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Un'altra novità della legge è il riconoscimento, che adesso può essere fatto anche dai parenti di un genitore e non solamente dal genitore stesso.

La responsabilità genitoriale in seguito alla separazione modifica il contenuto dell'articolo 155 con l'articolo 337 ter del codice civile.

Alcune novità si trovano nella legge 898 del 1970, che parla dello scioglimento del matrimonio riguardo ai diritti del minore e del suo affidamento.

La scelta della residenza del figlio in casa di uno o dell’altro ex è una decisione che devono prendere entrambi i genitori di comune accordo, come prescritto al comma 2 dell'articolo.

Tra i diritti del bambino c'è quello di assistenza morale e il tribunale può disporre l'affidamento familiare a uno solo dei genitori procedendo d'ufficio e trasmettendo una copia al Giudice tutelare.
avvocati in evidenza specializzati in Separazione / Divorzio
Il genitore deve attenersi alle decisioni del giudice che in seguito potrà anche modificare le modalità di affidamento.

L'articolo numero 337 quater del codice civile stabilisce che l'affidamento possa essere fatto ad un solo genitore in via esclusiva.

La responsabilità genitoriale in questo caso viene esercitata solamente dal genitore che ha l'affidamento, il quale dovrà attenersi alle disposizioni del tribunale.

Anche in questo caso, le decisioni importanti possono essere prese da entrambi i genitori, sempre nell'interesse primario dei figli.

L'ultimo comma dell'articolo 316 del codice civile stabilisce che il genitore che non ha responsabilità sul figlio debba vigilare comunque sulle sue condizioni di vita, controllando l'istruzione e l'educazione.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Separazione / Divorzio
Articoli per Diritto di Famiglia
Ti potrebbe interessare anche...
L’avvocato online spiega: la convivenza more uxorio. I diritti del convivente sull’abitazione familiare. Chiedi una consulenza all’avvocato
L’istanza di divorzio breve: le novità e il testo della legge. Chiedi un preventivo gratuito all’avvocato per vincere la causa
L’assegnazione della casa coniugale è un criterio sociale per i coniugi non abbienti. Verifica i tuoi requisiti on line.
L’avvocato online spiega: separazione e divorzio “facili” con la Legge 162/2014. Come procedere.
La separazione di fatto: in cosa consiste e quali possono essere gli esiti legali
Separazione non consensuale. Come procedere in caso il coniuge non voglia separarsi?
La specialità del procedimento di divorzio: modalità per presentare istanza
Il rifiuto di rapporti sessuali e l’addebito nell’istanza di separazione
Divorzio veloce in Comune con 16 euro o all’estero senza separazione
Pro e contro di matrimonio e convivenza in attesa della legge sulle unioni civili
Gli accordi prematrimoniali in Italia valgono come scritture private
Se ci sono troppe spese l’assegno di mantenimento all’ex non è dovuto.
Separazione consensuale, giudiziale e per colpa
Il cattivo odore giustifica il rifiuto di rapporti intimi
Gli effetti legali e patrimoniali dello scioglimento del matrimonio
Si lasciano e lui rivuole i regali, ma ottiene “solo” un quadro da 600mila euro
Svuota la casa dell’ex ma non è punibile
Anche il tradimento a distanza comporta le spese di separazione
Risarcimento danni da tradimento se ha leso la salute
Addio all’assegno di mantenimento legato al tenore di vita
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.