Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Un bambino con due madri è regolare

Un bambino con due madri è regolare
Un bambino con due madri è regolare Una mamma ha donato l’ovulo e l’altra lo ha partorito: il bimbo nato in Spagna da una coppia omosessuale va registrato anche in Italia.

Le ultime leggi sulle coppie di fatto e le unioni civili hanno stravolto l’opinione pubblica italiana e ci vorrà un po' di tempo prima che le persone si abituino alle famiglie formate da due persone dello stesso sesso.

In alcuni paesi è normale che un bambino abbia due mamme o due papà, perché le leggi sulle coppie omosessuali sono diverse rispetto all’Italia, che prevede ancora la famiglia tradizionale formata da babbo e mamma.

Una sentenza della Corte di Cassazione di settembre 2016, ha dato ragione a due donne sposate in Spagna e madri di un bambino concepito con la fecondazione artificiale.

Il bambino è stato registrato in Spagna come nato da due madri una, italiana, che ha donato l’ovulo e l’altra, spagnola, che lo ha partorito.

Il bambino aveva dunque la nazionalità spagnola, tuttavia, in seguito alla separazione delle due donne, quella italiana voleva fargli acquisire anche la cittadinanza del Bel paese.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
L’ufficiale di stato civile del Comune di Torino si era rifiutato di registrare l’atto di nascita e le donne si sono rivolte al tribunale.

La mamma italiana voleva dichiarare il rapporto di filiazione, ma il Comune di Torino ha detto di no, basandosi sull’articolo 96 del d.p.r. 396 del 2000, la legge sullo stato civile.

L’ordinamento italiano riconosce come madre solamente una donna che partorisce e non la moglie della stessa o quella che ha donato l'ovulo.

La Corte d’Appello del tribunale di Torino ha accolto il reclamo delle due madri, presentato in seguito ad alcuni fatti che sono stati poi riconosciuti.

Il Comune non ha tenuto conto della validità del matrimonio omosessuale contratto in un paese dell’Unione Europea.

È stata anche omessa la valutazione dell’interesse del minore e il concetto di ordine pubblico non è stato esteso a livello internazionale.

La legge numero 218 del 2015 prevede che la nazionalità del figlio sia determinata dalla legge dello Stato di cui uno dei due genitori è cittadino oppure dalla legge nazionale del figlio se è più favorevole.
avvocati in evidenza specializzati in Minori / Adozioni
In Spagna il bambino era stato già dichiarato figlio di due madri, anche di quella che non lo ha partorito, pertanto, in base alla legge numero 91 del 1992, ha diritto anche alla cittadinanza italiana.

La sentenza ha riformulato anche il concetto di ordine pubblico e vi si legge testualmente: «Il giudice italiano, chiamato a valutare la compatibilità con l'ordine pubblico dell'atto di stato civile straniero (come nel caso dell'atto di nascita), i cui effetti si chiede di riconoscere in Italia (a norma della L. n. 218 del 1995, artt. 16, 64 e 65, e D.P.R. n. 396 del 2000, art. 18),

deve verificare non se l'atto straniero applichi una disciplina della materia conforme o difforme rispetto alle norme interne (seppure imperative o inderogabili), ma se esso contrasti con le esigenze di tutela dei diritti fondamentali dell’uomo,ricavabili dalla Carta costituzionale, dai Trattati fondativi e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea, nonché dalla Convenzione Europea dei diritti dell'uomo».

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Minori / Adozioni
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.