Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Aggiornamenti sulla maternità surrogata: è valida anche in Italia

Aggiornamenti sulla maternità surrogata: è valida anche in Italia
Aggiornamenti sulla maternità surrogata: è valida anche in Italia La maternità surrogata, conosciuta anche come utero in affitto, non costituisce reato.

Se nel paese dove la coppia si reca per attuarla questa pratica è considerata legale, l'atto di nascita si può trascrivere anche in Italia.

Secondo una sentenza del 2016, una coppia di cittadini italiani sono diventati legalmente mamma e papà di un bambino nato in Ucraina e concepito mediante un utero in affitto.

La madre naturale ha acconsentito che suo figlio venisse registrato come appartenente alla coppia di coniugi.

Il procuratore della Repubblica ha presentato ricorso presso il tribunale di Napoli, appellandosi all'articolo 12, comma 6 della legge numero 40 del 2004, "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita".

"Chiunque, in qualsiasi forma, realizza, organizza o pubblicizza la commercializzazione di gameti o di embrioni o la surrogazione di maternità è punito con la reclusione da tre mesi a due anni e con la multa da 600.000 a un milione di euro".
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
I due genitori imputati avevano nascosto il fatto di aver usufruito della maternità surrogata al funzionario dell'ambasciata italiana di Kiev, ma la coppia è stata assolta con formula piena, perché non ha compiuto nessun illecito, dal momento che in Ucraina la procreazione assistita non costituisce reato.

L'atto di nascita registrato dai pubblici ufficiali di Kiev è stato trascritto anche in Italia e i coniugi sono diventati legalmente genitori del bambino.

La legge sulla fecondazione assistita è stata approvata tra infinite polemiche nel 2004. Da allora molte cose sono state modificate o eliminate mediante le numerose sentenze che sono sorte intorno all’annosa questione degli uteri in affitto.

Sin dall'inizio la legge è stata combattuta da associazioni di medici e famiglie, ed ancora oggi è oggetto di continue polemiche.

Numerose sentenze hanno eliminato alcuni punti e modificato altri, ma vi sono ancora tante questioni in sospeso, da dibattere o da cambiare.

Rispetto alla prima stesura, allo stato attuale delle cose le ultime modifiche sono state firmate dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin nel 2015.
avvocati in evidenza specializzati in Minori / Adozioni
Sono stati eliminati l’obbligo di contemporaneo impianto di tutti gli embrioni prodotti e il divieto di produzione di più di tre embrioni previsti dall’articolo 14, comma 2, ma è ancora in vigore il divieto di soppressione degli stessi.

È stata abolita la limitazione alla sola analisi osservazionale degli embrioni, che inizialmente non era inserita nella legge.

Gli embrioni si potevano conservare congelati solamente in caso di gravi rischi documentati non prevedibili al momento della fecondazione; adesso, invece, il trasferimento va fatto nel più breve tempo possibile senza pregiudizio per la salute della donna.

In seguito a numerose sentenze sull'argomento, oggi non esiste più il divieto di diagnosi per le coppie non fertili portatrici di malattie genetiche.

La questione sulle coppie fertili con malattie genetiche, invece, è ancora aperta ed è davanti alla Corte Costituzionale dal 2014.

Le ultime sentenze l'hanno dichiarata illegittima, così come sono tuttora illegittime la possibilità di maternità surrogata da parte di coppie omosessuali e la fecondazione in vitro se uno dei due coniugi è deceduto.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Minori / Adozioni
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.