Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

La nuova legge di adozione per le famiglie affidatarie. Chiedi una consulenza all’avvocato direttamente sul nostro portale

Adozioni preferenziali per le famiglie affidatarie
Adozioni preferenziali per le famiglie affidatarie La nuova legge approvata quasi all’unanimità della Camera lo scorso ottobre prevede la creazione di una corsia di preferenza per consentire l’adozione alle famiglie che hanno già un minore in affido .

Questa norma ridisegna, quindi, la relazione tra l’istituto dell’affido familiare e il processo di adozione con l’obiettivo di assicurare il diritto alla stabilità affettiva dei minori accolti.

Grazie a questa nuova legge viene meno il divieto per le coppie affidatarie di avanzare la richiesta di adozione del minore in custodia evitandogli, così, di subire nuovamente il trauma della separazione già provato dalla famiglia di nascita e del trasferimento a un famiglia nuova e diversa.

Dal punto di vista pratico l’istituto dell’affido, spiega l’avvocato on line, fino ad oggi aveva il valore di soluzione transitoria con cui è stato creato, ma estende la sua durata oltre gli anni previsti dalla legge per oltre la metà dei bambini e degli adolescenti in affido i quali, secondo uno studio dell’Istituto degli Innocenti del 2012, nella stragrande maggioranza dei casi sono definiti adottabili da una nuova famiglia non essendosi risolti i pericoli che hanno portato all’allontanamento dalla famiglia d’origine.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Si legge in un parere legale che questa norma deriva dalla condanna nel 2010 della Corte Europea dei diritti dell’uomo che ha sanzionato l'Italia a risarcire una coppia affidataria la quale, trascorsi i due anni di affido, era stata superata nel processo di adozione da un famiglia diversa.

La legge in esame stabilisce che il tribunale dei minori, una volta affermata la condizione di adottabilità, prima di decidere in merito alla istanza di adozione avanzata dalla famiglia affidataria, debba tenere in considerazione i legami affettivi di valore e la relazione solida e di lunga durata stabilita tra il minore e la coppia in affido. In tal modo si introduce un principio preferenziale per la famiglia in affido purché questa soddisfi tutti i parametri previsti per l’adozione.
avvocati in evidenza specializzati in Minori / Adozioni
La stabilità dei rapporti socio-affettivi creati con la famiglia affidataria, qualora corrisponda al bisogno del minore, è garantita anche con il diritto di visita nel momento in cui l’affidato ritorna dalla famiglia di nascita oppure venga adottato o affidato a terzi.

In tutti questi casi la decisione del giudice deve tener conto del giudizio dei servizi sociali ma anche del minore, dai 12 anni in su, che abbia buonsenso.

La nuova legge aumenta anche i diritti degli affidatari assicurando loro la possibilità di intervenire nei processi che riguardano il minore in custodia, anche presentando memorie difensive nell’interesse dello stesso.

Le adozioni di orfani di entrambe i genitori possono essere avanzate non solo dai parenti fino al sesto gradi di parentela e da coppie aventi un rapporto solido precedente alla morte dei genitori, ma anche dall’affidatario nonostante sia un singolo o una coppia di fatto. Consulta il portale per verificare i compensi degli avvocati della tua città o richiedere direttamente il preventivo di un avvocato.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Minori / Adozioni
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.