Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Il mantenimento non è dovuto dal padre se si accerta che il figlio non è naturale. Chiedi gratis all’avvocato

Il mantenimento non è dovuto dal padre se il figlio non è naturale
Il mantenimento non è dovuto dal padre se il figlio non è naturale Con la sentenza di novembre 2015, la Corte di Cassazione ha nuovamente definito il contenzioso in materia di diritto di famiglia a proposito dell’annoso problema del mantenimento dei figli.

La Cassazione ha infatti sancito il principio secondo cui viene meno l’onere del genitore nel momento in cui si rilevi l’inesistenza del rapporto biologico con il figlio.

Il padre, quindi, non è più obbligato a provvedere al mantenimento del minore nel momento in cui scopre che non è suo figlio anche se tale scoperta avviene dopo diversi anni.

La Cassazione, rigettando il ricorso di una ragazza che per un lungo periodo della sua vita aveva confidato di essere figlia naturale dell'ex marito della madre, ha confermato che la reale assenza del rapporto biologico annulla ogni obbligo di mantenimento derivante proprio dal legame genitore-figlio.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
A seguito della separazione dell'uomo dalla madre, infatti, la ragazza aveva presentato istanza di mantenimento, ma i giudici hanno appunto respinto tale richiesta sulla base di una sentenza dichiarativa che aveva accolto l'opposizione del riconoscimento paterno facendo seguito alla verifica dell'infondato rapporto di procreazione da cui solamente deriva l'onere del genitore di occuparsi della tutela economica e morale del figlio.

La Cassazione, quindi, con la sentenza di cui trattiamo, ha avvalorato la tesi di merito affermando che la sentenza di disconoscimento di paternità del figlio concepito durante il legame matrimoniale, definitiva e non più impugnabile, acquisisce il valore e il senso di atto adeguato ad andare oltre la legittimità del giudicato in sede di ammissione alla separazione e competente in materia di diritto al mantenimento.
avvocati in evidenza specializzati in Mantenimento e Alimenti
Quindi, ribadendo la necessità del processo di trasformazione o correzione dell'idea che l’ammissione al mantenimento è legittimata in una sentenza di separazione o di divorzio passata in giudicato, l'interposta verifica in sede giudiziale dell'inesistenza di un concreto rapporto di biologico di filiazione non può non decretare manchevole di ogni reale scusante, anche dal punto di vista della coscienza sociale, la successiva continuazione di ogni tipo di contribuzione finalizzata al mantenimento del reddito e basata proprio su tale insussistenza.

D’altro canto non può non essere al centro della valutazione del giudice la qualità di vita del figlio, al punto da rivestire, anche dopo l’acquisizione della legittimità della sentenza in materia di rapporto biologico con il figlio, un ruolo centrale come elemento considerevole sul piano temporale rispetto alla data di presentazione dell’istanza per il processo di trasformazione o di revisione.

Se hai verificato i tuoi requisiti reddituali, puoi richiedere il patrocinio a spese dello stato: scopri sul nostro sito le modalità di ammissione per il gratuito patrocinio.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Mantenimento e Alimenti
Articoli per Diritto di Famiglia
Ti potrebbe interessare anche...
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.