Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per
Smiley face Cerca tra gli articoli
  

Il diritto agli alimenti: cos’è e quali sono le differenze con il diritto al mantenimento. Risponde l’avvocato specializzato

Il diritto agli alimenti: cos’è e differenze con il diritto al mantenimento
Il diritto agli alimenti: cos’è e differenze con il diritto al mantenimento Uno degli aspetti di principale interesse per chi presenta istanza di separazione o di divorzio è relativa ai requisiti reddituali, in base ai quali vengono definiti gli obblighi patrimoniali.

Con questo termine si intendono sia gli alimenti che il mantenimento utilizzati indistintamente in base al principio di sostegno familiare su cui si fondano, ma giuridicamente diversi dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo.

Il diritto agli alimenti, spiega l’avvocato, è disciplinato dal codice civile e rappresenta un impegno patrimoniale effettuato da un soggetto, vincolato all'interno di un contesto familiare, a vantaggio del familiare che si trovi in una situazione di bisogno.

Trattandosi di una prestazione personale e patrimoniale specifica, rappresenta un diritto non utilizzabile, unico e inalienabile, non può essere oggetto di pignoramento, cessazione, cessione o prescrizione.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 


Il diritto agli alimenti si manifesta nel momento in cui lo stato di necessità del familiare sia oggettivo, in caso di mancata o parziale capacità di provvedere al proprio mantenimento economico e in base al legame con l’obbligato, come stabilito gerarchicamente dalla norma in virtù dell'intensità della relazione.

In mancanza di questi elementi fondamentali, analizzati dal giudice dal punto di vista oggettivo e soggettivo, è inutile presentare istanza di alimenti.

La misura della prestazione alimentare viene stabilita in base al reddito degli individui interessati, per raggiungere un equilibrio tra i requisiti reddituali di entrambi e assicurare una vita decorosa anche all’obbligato al mantenimento. L’attuazione di questo obbligo può avvenire, in successione e in base alle scelte del beneficiario, mediante prestazione in natura o con il pagamento di una somma ricorrente di denaro.

Qualora non si raggiunga un accordo tra le parti, il giudice decide sia le modalità che l’entità degli alimenti, determinando un importo provvisorio durante il periodo di definizione.




avvocati in evidenza specializzati in Mantenimento e Alimenti

Giuridicamente, quindi, gli alimenti rappresentano uno strumento economico che vuole concedere al soggetto più debole un aiuto consono ad una vita decorosa mentre il mantenimento è una obbligazione molto più estesa che prende in considerazione anche lo stile di vita della famiglia di origine e rappresenta un aiuto materiale irrinunciabile.

A differenza del primo, oltretutto, il diritto al mantenimento non è subordinato allo stato di bisogno del familiare né alla capacità di sostenersi economicamente e può essere rifiutato dal soggetto che beneficia del diritto. Il diritto agli alimenti, inoltre, si modifica nel tempo: conformandosi allo stato di bisogno e alle possibilità economiche del familiare, il beneficiario può presentare istanza al giudice per la riduzione, l’aumento e l’annullamento.

Oltretutto tale obbligo può anche venire meno in seguito al decesso di uno dei due soggetti o venendo meno il requisito dello stato di necessità del beneficiario o della disponibilità economica dell’obbligato.Visita il portale e consulta l’elenco degli avvocati o chiedi direttamente un parere all’avvocato.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Mantenimento e Alimenti
Articoli perDiritto di Famiglia
Ti potrebbe interessare anche
L’ex non paga gli alimenti per i figli? Si può pignorare il suo stipendio
Separazione consensuale senza figli e assegnazione della casa coniugale. È possibile che la moglie priva di reddito ottenga la casa del marito?
Se l’obbligato non versa gli alimenti, l’obbligo ricade sul suo datore di lavoro. Richiedi una consulenza legale
La decorrenza dalla domanda giudiziale per l’assegno di mantenimento. La parola all’avvocato online
Se l'ex coniuge paga il mutuo non c'è l'obbligo dell'assegno di mantenimento. Consulta gli avvocati iscritti all'ordine sul portale
L’assegno di mantenimento: gli effetti sulle somme percepite se viene ridotto o annullato. Chiedi un parere all’avvocato gratis su questo portale
I diritti successori in caso di morte del coniuge obbligato al mantenimento. Cerca un avvocato specializzato su questo portale.
Il giudizio di revisione dell’assegno di mantenimento non tiene conto della durata del matrimonio. Chiedi una consulenza legale
L'assegno di mantenimento all’ex e ai figli in caso di separazione
L'assegno divorzile decade quando c’è una nuova convivenza
Mantiene già una figlia, è indebitato, ma dovrà mantenere anche l’ex moglie e l’altra figlia
Vende l’azienda a un prestanome per non pagare l’assegno di mantenimento
L’ex paga il mantenimento con (iniziale) ritardo: non è reato – Corte d’Appello di Palermo
modifica dell'assegno di separazione se nasce un nuovo figlio?
Come e quando si perde il diritto all'assegno di mantenimento



 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.