Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Revoca dell'affido condiviso al genitore che non rispetta il regime di visita disposto dal giudice.

Revoca dell'affido al genitore
Revoca dell'affido al genitore Al centro di questo articolo vi è il tema del diritto all’affidamento al genitore che salta le visite dei figli. Nella sentenza del 2015 del Tribunale di Caltanissetta è stato accolto il ricorso di una madre che, nella richiesta di separazione, domandava anche l'affido condiviso della prole con disciplina del regime delle visite e ipotesi di un assegno di mantenimento a favore suo e dei figli.

Si legge nella memoria dell’assistenza legale che durante il giudizio era emerso che il marito contravveniva ai provvedimenti del tribunale non rispettando né il regime delle visite dei figli né il versamento del contributo economico al mantenimento, per cui la donna aveva chiesto con memoria integrativa di dichiarare la decadenza o la limitazione della responsabilità genitoriale dell’ex marito.

L'uomo, chiarisce l’avvocato esperto, dichiarava di non aver potuto attuare l'obbligo di mantenimento a causa della disoccupazione e chiariva che la poca regolarità nelle visite ai figli era dovuta dall'atteggiamento ostile dell’ex coniuge.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Il Tribunale nel 2015 si è pronunciato in merito ritenendo inesistenti i presupposti per dichiarare la limitazione o la decadenza dalla responsabilità genitoriale, possibile nel caso in cui il genitore infranga o ignori i doveri o abusi dei relativi poteri con grave preclusione del figlio. Anche la relazione della psicologa del consultorio familiare, evidenzia l’avvocato specializzato, stabiliva l’assenza di problemi nella relazione padre-figli e una superficialità nei rapporti che non motivava la scelta di uno dei provvedimenti richiesti. Il giudice, quindi, ha stabilito comunque l’affidamento esclusivo in favore della madre.

Nel caso oggetto di analisi, chiariscono gli avvocati specializzati, il padre aveva infranto l'obbligo di mantenimento ma non aveva neppure tenuto fede al regime di visite, danneggiando il diritto primario dei figli minori ad avere rapporti continuativi con entrambi i genitori. Oltretutto a seguito di ripetuti atteggiamenti ostativi della ex moglie non aveva preso precauzioni utilizzando gli strumenti a difesa dei propri interessi e dei diritti dei figli previsti dall'ordinamento.
avvocati in evidenza specializzati in Affidamento Figli
Il legislatore, infatti, ha riunito tutte le disposizioni relative alle ordinanze sull'esercizio della responsabilità del genitore in un unico capo utilizzabile nei procedimenti di separazione, scioglimento, cessazione degli effetti civili, annullamento, nullità del matrimonio e a quelli in materia di figli nati fuori del matrimonio al fine di mettere totalmente in evidenza l'interesse principale del minore a mantenere rapporti con entrambi i genitori.

Per queste motivi, conclude l’avvocato esperto, i figli sono stati affidati esclusivamente alla madre, maggiormente incline all'esercizio della responsabilità genitoriale, cui è opportuno attribuire il compito di adottare in via esclusiva le decisioni di maggiore rilievo per gli stessi, fermo restando il diritto e dovere del padre di provvedere alla loro istruzione ed educazione con facoltà di ricorrere al giudice qualora ritenga vengano assunte decisioni dannose nei loro confronti.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Affidamento Figli
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.