Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Amministratori privi di delega? La responsabilità penale omissiva spiegata dall'avvocato esperto

Le responsabilità penale omissiva degli amministratori privi di delega
Le responsabilità penale omissiva degli amministratori privi di delega Esaminiamo in questo articolo uno degli argomenti di maggiore attualità nell’ambito dei procedimenti che hanno oggetto i white collar crimes : vediamo meglio quello che attiene ai profili di responsabilità penale, ravvisabili in capo ai consiglieri di amministrazione non esecutivi delle società di capitali, per i reati perpetuati dagli amministratori delegati.

La riforma di diritto societario attuata con legge n. 6/2003, ha prodotto, in termini generali, un radicale mutamento degli obblighi degli amministratori non operativi. Questa circostanza ha avuto conseguenze decisive anche sul perimetro della loro responsabilità verso la società per fatti illeciti commessi dai piani alti.

Ecco parte del testo della legge in questione: “2392 (Responsabilità verso la società). - Gli amministratori devono adempiere i doveri ad essi imposti dalla legge e dallo statuto con la diligenza richiesta dalla natura dell'incarico e dalle loro specifiche competenze.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Essi sono solidalmente responsabili verso la societa' dei danni derivanti dall'inosservanza di tali doveri, a meno che si tratti di attribuzioni proprie del comitato esecutivo o di funzioni in concreto attribuite ad uno o piu' amministratori.”

In ogni caso gli amministratori, per il comma terzo dell'articolo 2381, sono responsabili se, a conoscenza di fatti pregiudizievoli, non abbiano impedito le conseguenze dannose. L’approccio da parte del diritto, per il tema del concorso omissivo di componenti di non comprovata operatività nel consiglio di amministrazione è sempre stato molto rigido.

Il rapporto normativo ha reso possibile questo approccio al meccanismo che poneva in capo ai singoli consiglieri di amministrazione degli ampi ma soprattutto indefiniti obblighi di vigilanza sull’andamento della gestione, senza invece, questione non priva di conseguenze, fornire adeguati poteri e strumento di intervento.
avvocati in evidenza specializzati in Commerciale e Societario
Si è andato insomma a definire un quadro di atipicità di doveri e di strumenti a disposizione degli amministratori. C’è stata una riflessione da parte della giurisprudenza in merito, che sosteneva che la legge non abbia definito a dovere i principi di controllo dei consiglieri.

Da quanto sopra esposto, anche dopo varie consulenze legali per quanto riguarda la problematicità di ricostruzione del meccanismo di causa e alla connessa possibilità di delineare l’esistenza di effettivi poteri impeditivi – e una conseguente responsabilità omissiva – in capo ai singoli non-executives, emerge che lo strumento penale non è del tutto funzionale alla salvaguardia degli interessi coinvolti nell’esercizio dell’attività di impresa in forma societaria.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Commerciale e Societario
ANTONELLO VIOLA
Studio Masotta Viola
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella Avvocato online senza stella
ANDREA MATTEA
MATTEA
Avvocato - TORINO
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.