Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Cosa significano le sigle scritte sulle uova

Cosa significano le sigle scritte sulle uova
Cosa significano le sigle scritte sulle uova Per legge ogni uovo deve avere un codice stampato sul guscio, vediamo che cosa significa quello che c'è scritto e come si classificano gli allevamenti.

Il primo numero stampato sul guscio indica come viene allevata la gallina: 0 significa che è cresciuta in allevamenti biologici senza gabbie dove gli animali possono avere a disposizione un'area di almeno 4 m² per ciascuno.

Anche il cibo dato alle galline è prodotto con metodi biologici. Il numero 1 significa che le galline sono allevate all'aperto e possono accedere ad una superficie grande almeno 2 m², negli spazi chiusi la densità massima di galline deve essere di nove per metro quadrato.

Il numero 2 vuol dire che le galline sono allevate a terra, cioè in capannoni suddivisi a livelli di altezza minima di 45 cm.

Gli animali non possono uscire all'aperto, ma spostarsi da un livello all'altro del capannone.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Il codice 3 vuol dire che le galline sono allevate nelle gabbie, nelle quali rimangono sempre chiuse con almeno 750 cm² per ciascuna.

La seconda sigla stampata sulle uova indica la nazione di provenienza, ad esempio IT vuole dire Italia.

Le tre cifre che si trovano dopo la sigla della nazione identificano il comune di provenienza e le due lettere seguenti la provincia.

L'ultimo codice permette di risalire all'allevamento dove è stato prodotto l’uovo e per conoscere l'elenco dei codici delle province e degli allevamenti basta consultare la rete Internet.

Sul guscio delle uova c'è anche stampata la data di scadenza che deve essere per legge compresa entro 28 giorni dalla deposizione dell'uovo.

Le uova che scadono entro una settimana dalla data stampata vanno ritirate dagli scaffali, ma purtroppo molti supermercati abbassano il prezzo per venderle lo stesso.
avvocati in evidenza specializzati in Tutela dei Consumatori / Class Action
La legge vuole che le uova vengano tolte dagli scaffali almeno una settimana prima della scadenza, ecco perché è bene conoscere tutte le sigle stampate sul guscio.

Una semplice verifica per constatare la freschezza o meno delle uova è di immergerle nell'acqua salata: più l’uovo va a fondo e più è fresco, perché ogni giorno, grazie alla porosità del guscio, evapora l’albume con conseguente aumento di aria interna.

Le uova si classificano in categorie, quelle di categoria A sono considerate fresche e non devono aver subito nessun trattamento né essere state lavate.

A loro volta le uova di categoria A si suddividono in base al peso: XL, minimo 73 grammi, L 63 grammi, M 53 grammi e S, ovvero piccole, dal peso inferiore ai 53 grammi.

Le uova di categoria B possono essere vendute solamente a imprese industriali del settore alimentare e non alimentare.
Richiedi una consulenza legale ad uno degli avvocati specializzati presenti sul portale.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Tutela dei Consumatori / Class Action
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.