Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Risarcimento danni stradali, è obbligatoria la negoziazione assistita

Risarcimento danni stradali, è obbligatoria la negoziazione assistita
Risarcimento danni stradali, è obbligatoria la negoziazione assistita In caso di risarcimento danni dovuti ad incidenti tra veicoli, da quest'anno è diventata obbligatoria la negoziazione assistita.

Quando capita una contesa con l'assicurazione che deve liquidare il danno, prima di andare in tribunale bisogna percorrere la strada della negoziazione.

Per fare questo è obbligatorio farsi assistere da un avvocato ed è una procedura costosa, ma la legge la impone prima di rivolgersi al giudice.

Una possibile alternativa gratuita è rivolgersi all’ANIA facendosi aiutare da un patronato o da un'associazione di consumatori. ANIA è l'associazione nazionale fra le imprese assicuratrici e rappresenta tutte le assicurazioni che operano in Italia.

All’ANIA è possibile fare la negoziazione solo in caso di particolari requisiti. Innanzitutto la richiesta di risarcimento danni deve essere inferiore ai 15.000 euro e l'assicurazione della controparte deve aver rifiutato la richiesta di risarcimento, non aver risposto alla richiesta entro i termini di legge oppure aver offerto un acconto che non è stato accettato.

La conciliazione gratuita dura 30 giorni e al termine un rappresentante dell'ANIA e uno della controparte firmano, eventualmente, un contratto che sancisce l'accordo.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
In caso di esito negativo, ovvero di mancanza di conciliazione alla richiesta di risarcimento danni, si può ricorrere in giudizio.

La negoziazione assistita è diventata obbligatoria per legge prima di rivolgersi al giudice in caso di una controversia dovuta al risarcimento danni causati da un incidente stradale o tra natanti.

Sono gli avvocati che rappresentano le due parti in lite ad occuparsene ed ogni studio legale ha un proprio mandato precompilato che il cliente deve sottoscrivere per dare l'incarico al professionista.

In questo caso la cifra da poter richiedere per incidenti dovuti alla circolazione stradale e marittima aumenta fino a 50.000 euro, a meno che non si tratti di uno dei casi previsti dall'articolo 5, comma 1 del Decreto Legge numero 28 del 2010.

La procedura della conciliazione deve essere mantenuta riservata dagli avvocati, che devono comportarsi in maniera collaborativa ed amichevole per risolvere pacificamente la controversia.

Tutte le informazioni non potranno poi essere utilizzate in un eventuale giudizio in tribunale e le persone coinvolte nel procedimento devono sottostare all'articolo 200 del codice di procedura penale che riguarda il segreto professionale.
avvocati in evidenza specializzati in Risarcimento danni
Dopo avere demandato l'incarico di negoziazione assistita ad un avvocato, questi lo deve inviare al legale della controparte.

La mancanza di risposta entro 30 giorni o il rifiuto potranno essere usati dal giudice per addebitare le spese legali e procedere ad una condanna per lite temeraria, ricorrendo all'articolo 96 del Codice di Procedura Civile, (responsabilità aggravata), e all'articolo 642 che riguarda l'esecuzione provvisoria:

«Se il credito è fondato su cambiale, assegno bancario, assegno circolare, certificato di liquidazione di borsa, o su atto ricevuto da notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato, il giudice, su istanza del ricorrente, ingiunge al debitore di pagare o consegnare senza dilazione, autorizzando in mancanza l'esecuzione provvisoria del decreto e fissando il termine ai soli effetti dell'opposizione.

L'esecuzione provvisoria può essere concessa anche se vi è pericolo di grave pregiudizio nel ritardo, ovvero se il ricorrente produce documentazione sottoscritta dal debitore, comprovante il diritto fatto valere; il giudice può imporre al ricorrente una cauzione. In tali casi il giudice può anche autorizzare l'esecuzione senza l'osservanza del termine di cui all'articolo 482».

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Risarcimento danni
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.