Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Il Comune non è tenuto a rimborsare i danni se sono causati da imprudenza

Il Comune non è tenuto a rimborsare i danni se sono causati da imprudenza
Il Comune non è tenuto a rimborsare i danni se sono causati da imprudenza Il Comune non è tenuto a rimborsare i danni causati ai cittadini che hanno tenuto un comportamento imprudente. È quanto è emerso da una sentenza della Cassazione Civile datata 15 aprile 2015 che ha dato ragione al Comune di Milano non ritenendolo responsabile di un danno causato da un tombino segnalato male.

Una signora milanese è inciampata su un tombino sporgente di qualche centimetro e situato in un'area dissestata del marciapiede, è caduta e si è rotta il setto nasale. A causa delle gravi lesioni subite, si è rivolta a degli avvocati esperti che hanno chiamato in giudizio il Comune di Milano, tuttavia il tribunale ha respinto subito la sua richiesta danni.

Anche in Appello i giudici non le ha dato ragione, tuttavia la signora non si è persa d'animo in forza del verbale dei vigili urbani nel quale vi era scritto che fosse necessario mettere il tombino in sicurezza.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
I tombini devono essere a filo di strada, ma questo sporgeva di qualche centimetro ed era in programma un intervento di manutenzione stradale.

I giudici della Suprema Corte hanno confermato che alla signora non spetta nessun risarcimento perché il danno è stato causato dalla sua imprudenza, dal momento che avrebbe dovuto evitare di camminare in una zona dissestata della strada. La signora è inciampata per colpa sua e non del Comune di Milano, anche perché conosceva bene la zona dal momento che si trova poco distante da dove abita e per sicurezza non avrebbe dovuto passare sull'area soggetta a manutenzione stradale.

Secondo la Cassazione Civile camminando da un'altra parte non si sarebbe procurata il danno ed è per questo che il Comune non è tenuto a risarcirle i danni subiti.
avvocati in evidenza specializzati in Risarcimento danni
Nonostante l'assistenza legale e la tenacia della signora il tribunale non le ha dato ragione, appellandosi all'articolo 2051 del Codice Civile che tratta di responsabilità per danni provocati da cose in custodia.

L'articolo si può applicare anche ai beni comunali, tuttavia non su quelli che non possono essere controllati e sono esposti a dei rischi imprevedibili la legge è un po' più elastica. Dovrebbe essere compito dell'amministrazione comunale mantenere in ordine le strade per evitare pericoli ai cittadini che vi transitano ma nel caso in questione la Suprema Corte ha escluso il coinvolgimento del Comune.

Non era possibile monitorare costantemente la zona ed evitare che la donna vi camminasse sopra, pertanto la responsabilità dell'incidente è stata solamente sua perché il tombino era ben visibile in mezzo al marciapiede.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Risarcimento danni
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.