Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Quando e perché dichiarare la perdita di possesso dell’auto

Quando e perché dichiarare la perdita di possesso dell’auto
Quando e perché dichiarare la perdita di possesso dell’auto In caso di furto o appropriazione indebita conviene sempre richiedere la perdita di possesso dell’oggetto per non incorrere in guai con la legge. Il casi più comuni sono quelli del furto del proprio mezzo di trasporto, della demolizione o della cessione in conto vendita ad un autosalone.

Quando si subisce il furto della macchina, per dichiararne la perdita del possesso bisogna recarsi presso tutti gli uffici Aci, le agenzie di pratiche auto o gli sportelli del PRA. In questo modo si verrà esonerati dal pagamento del bollo e di eventuali multe o incidenti stradali che vengano fatti con la macchina rubata.

L’auto risulterà sempre intestata al proprietario, ma eventuali sinistri o infrazioni non saranno più di sua competenza dal momento in cui ha dichiarato la perdita di possesso presso il Pubblico Registro Automobilistico.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Si può richiedere la perdita di possesso per truffa quando si vende l'auto e si viene pagati con assegni scoperti o soldi falsi, ma solamente se l'atto di vendita non è stato ancora registrato al PRA, altrimenti l'unica cosa da fare è rivolgersi ad un legale e denunciare la truffa alle forze dell'ordine.

Quando c'è un passaggio di proprietà bisogna sempre verificare che l'annotazione sia stata fatta al Pubblico Registro Automobilistico, in maniera che i bolli e le contravvenzioni giungano al nuovo proprietario.

Un'altra cosa per la quale è utile registrare la perdita di possesso è quando abbiamo consegnato un veicolo a demolire o in conto vendita da un rivenditore. Bisogna andare con un documento che attesti l'avvenuta demolizione oppure firmare presso gli uffici preposti un'autocertificazione.

I documenti necessari per far registrare la perdita di possesso sono il certificato di proprietà o la denuncia di furto, il modulo di richiesta compilato e il documento d'identità del proprietario.
avvocati in evidenza specializzati in Proprietà e possesso
La distinzione tra proprietà e possesso nel Diritto Civile viene disciplinata dalla legge. Della proprietà si parla nell'articolo 42 della Costituzione e nell'articolo 832 e seguenti del Codice Civile. “Il proprietario ha diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l'osservanza degli obblighi stabiliti dall'ordinamento giuridico”.

La proprietà garantisce al titolare il massimo grado di poteri sull'oggetto, a differenza del possesso che è il potere sulla cosa e viene regolamentato dall'articolo 1140 del Codice Civile: “Il possesso è il potere sulla cosa che si manifesta in un'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale.

Si può possedere direttamente o per mezzo di altra persona, che ha la detenzione della cosa. Il possesso può essere esercitato anche tramite altro soggetto, legato al possessore da un rapporto definito (si tratta di possesso mediato). Esso trova il suo fulcro in un titolo che attribuisce un diritto reale di godimento a chi, come il conduttore, detiene la cosa".
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Proprietà e possesso
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.