Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Affitto e diritto di recesso per motivi di salute. L’avvocato valuta quando ci sono le condizioni

Affitto e diritto di recesso per motivi di salute
Affitto e diritto di recesso per motivi di salute Si può andare via da una casa in affitto se vi sono gravi motivi di salute che la rendono invivibile: persino l’abbaiare incessante di un cane, come è capitato a un’inquilina alla quale il tribunale ha dato ragione.

Se nella propria abitazione vi sono forti motivi di stress è possibile abbandonarla senza pagare più l'affitto secondo quanto ha stabilito la corte di cassazione con una sentenza del 2014.

Il caso di seguito presentato è molto particolare, tuttavia all’inquilina che è andata via di casa senza pagare più l’affitto il giudice ha dato ragione: non è possibile costringere una persona a rimare dentro a un appartamento quando c’è una grave situazione che danneggia la salute.

Le condizioni psicofisiche della locataria erano diventate molto precarie in seguito al continuo abbaiare sia di giorno che di notte del cane dell'inquilino del piano superiore.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
La signora non ha avuto altro modo di difendersi da quella situazione fortemente stressante che andare via di casa. Il proprietario della casa le ha intimato di pagare gli affitti arretrati ma la signora si è opposta appellandosi al diritto di recesso.

Ha presentato un certificato del suo medico nel quale era scritto che l'abbaiare ininterrotto le aveva causato un grave stress e l'unica situazione per poter guarire sarebbe stata quella di abbandonare l'appartamento.

I proprietari si sono rivolti al tribunale per avere gli affitti arretrati, ma il giudice ha riconosciuto valide le ragioni dell’inquilina insolvente. La sentenza è stata confermata in appello e la controversia è finita in Corte di cassazione.

La suprema Corte di cassazione ha stabilito che si può recedere dal contratto di locazione quando vi sono dei motivi gravi che non dipendono dal proprietario e che si verificano dopo la firma del contratto.
avvocati in evidenza specializzati in Locazioni / Comodato
In sostanza quando non è più possibile vivere nell'appartamento a causa di motivi che non dipendono né dal proprietario né dal locatario ma da cause esterne che si sono verificate successivamente alla firma del contratto è possibile fare appello al diritto di recesso e non essere tenuti a pagare l'affitto se non vi si abita più.

La situazione che si era creata era divenuta pericolosa per la salute della signora come ha testimoniato il certificato medico, e la Corte di cassazione le ha dato ragione.

La legge numero 392 del 27 luglio 1978 disciplina la locazione degli immobili urbani e dice che chi riceve il bene in locazione può rescindere il contratto in qualunque momento purché ne dia preavviso al proprietario almeno sei mesi prima con raccomandata con ricevuta di ritorno.

Nel caso si stia vivendo una situazione simile, che provoca disagio o problemi di salute, si può parlarne a un avvocato per chiedere un parere legale e una valutazione.

L’avvocato valuterà se ci sono gli estremi per procedere legalmente.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Locazioni / Comodato
BARBARA COSTANTINI
studio Costantini
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella
ANTONELLO VIOLA
Studio Masotta Viola
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella Avvocato online senza stella
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.