Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Risarcimento danni al passeggero senza cinture di sicurezza. L'avvocato online risponde.

Risarcimento danni al passeggero senza cinture di sicurezza
Risarcimento danni al passeggero senza cinture di sicurezza Il conducente di un veicolo che provoca un incidente con danni al passeggero che non stia indossando le cinture di sicurezza è tenuto a risarcirlo.

In una sentenza della corte di cassazione del 2014 il Giudice ha condannato un uomo a risarcire i familiari della fidanzata che viaggiava accanto a lui che in seguito ad un incidente stradale è finita in coma irreversibile.

Il tema della responsabilità dei conducenti dell'auto sui propri passeggeri che indossino le cinture di sicurezza è emersa in questa sentenza che ha condannato il giovane perché ha permesso alla fidanzata di non indossarle.

In seguito all'incidente la ragazza è stata sbalzata dal fuori dall'auto ed ha subito un grave trauma che l’ha ridotta in coma irreversibile.

L'uomo è stato costretto a risarcirla perché avrebbe dovuto esigere che indossasse le cinture ed è stato ritenuto responsabile dei danni in diverse percentuali.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Gli è stata riconosciuta la colpa per il sinistro al 70%, la colpa per guida scorretta al 50% e la colpa per aver permesso che il passeggero non indossasse le cinture di sicurezza al 20%.

Il Codice da Strada stabilisce che la responsabilità del conducente sia sanzionabile solamente se il passeggero è minorenne, ma in questo caso la Suprema Corte di Cassazione ha deciso diversamente.

In base alle regole di prudenza e diligenza il conducente è tenuto ad esigere che il passeggero indossi le cinture di sicurezza e in caso contrario si deve rifiutare di proseguire la marcia.

La pena inflitta al giovane è stata di 1 milione e mezzo di euro, che ha dovuto parzialmente pagare di tasca propria perché l'assicurazione aveva un massimale di 750.000 euro.

In caso di incidenti con gravi danni al passeggero il conducente è chiamato al concorso di colpa se questi non indossa la cintura di sicurezza.

Gli obblighi relativi alle cinture di sicurezza sono contenuti nell'art. 172 del Codice della Strada al quale sono state apportate numerose modifiche, in particolare quella del 14 aprile 2006 riguardante l'uso delle cinture di sicurezza per il conducente e i passeggeri.
avvocati in evidenza specializzati in Infortunistica Stradale
Questa norma estende l'obbligo delle cinture di sicurezza non soltanto al conducente ma anche a tutti passeggeri, fatto salvo il caso di alcuni veicoli eccezionali, come quelli di polizia, i mezzi dell'esercito ed altri.

Ha creato scalpore una sentenza nella quale è morto il passeggero in seguito all'incidente di cui il conducente non aveva colpa né aveva commesso infrazioni di alcun genere.

La Corte di Cassazione penale con la sentenza n. 3585/2010 ha condannato per omicidio colposo il proprietario era alla guida del proprio veicolo che non aveva imposto al proprio passeggero di indossare le cinture di sicurezza, negligenza questa che gli ha causato la morte.

Bisogna sempre accertarsi che i passeggeri che sono in auto indossino regolarmente le cinture di sicurezza, altrimenti si rischia moltissimo perché si viene ritenuti responsabili di negligenza e mancata attenzione sul proprio veicolo.

In caso di controversia bisogna rivolgersi ad avvocati esperti in infortunistica stradale, perché le pene possono essere veramente severe.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Infortunistica Stradale
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.