Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

La consulenza dell'avvocato per un tema sentito in ogni condominio: stendere i panni gocciolanti.

Condominio: è possibile stendere i panni gocciolanti?
Condominio: è possibile stendere i panni gocciolanti? L'avvocato online non sostituisce quello fisico, ma nel caso tu stia leggendo e tu stia cercando informazioni su compensi avvocati, tariffe avvocati, o nel caso tu stia semplicemente cercando un parere legale o un preventivo di un avvocato gratis, puoi usare il nostro portale.

Gli avvocati rispondono unanimi su una questione che spesso si trova al centro di vicende condominiali: stendere i panni gocciolanti.

Ci sono diversi episodi che rendono doveroso affrontare una problematica come questa. Spesso succede che si pensa che sia la consuetudine a regolare certi aspetti, ma non è così. In questo esempio, vedremo applicata la legge in merito, con le esatte procedure e coordinate legali di riferimento.

Prima di introdurre questo dibattito, bisogna precisare che il regolamento condominiale è riconosciuto come regolamento di natura contrattuale, può quindi imporre delle limitazioni all'esercizio di diritti dei condomini che lo stipulano.

Questo discorso vale sia per parti comuni, e allora si tratterà di oneri reali; sia per proprietà esclusive e allora si tratterà di servitù.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Nell'esempio che prendiamo in considerazione, se il regolamento, di natura contrattuale, prescrive di non sciorinare, lasciare stesi i panni gocciolanti, il divieto riguarda le parti comuni dello stabile, nel rispetto di un principio generale: il principio generale di decoro architettonico.

Questo è quindi un caso nel quale un regolamento gestisce i rapporti fra le parti in maniera diretta. L'esempio ci arriva da una recente sentenza, emessa dalla Sezione III civile del Tribunale di Genova, (n. 656/2015).

Il regolamento condominiale in questione, vietava espressamente l'utilizzo di stenditoi per sciorinare i panni all'esterno della costruzione abitativa. Il condomino offeso, lamentava il comportamento del suo vicino e del suo utilizzo di uno stenditoio non di tipo fisso, posto sul davanzale di una finestra, per stendere i panni all'esterno dell'edificio.

Questo comportamento, provocava il gocciolio dei panni stessi che andavano a bagnare il balcone sottostante. Il condomino accusato, si difendeva facendo leva su un dettaglio interessante: ovvero la sporadicità e saltuarietà del fatto.
avvocati in evidenza specializzati in Condominio
Fatto tecnico ma interessante, è che il regolamento contrattuale aveva natura di "obligatio propter rem", questo vuol dire che ogni condomino aveva "il diritto di esigere la piena osservanza della norma da parte di tutti, nel rispetto del regolamento condominiale.

La materia trattata, per la sua specificità, deve quindi trovare regolazione ed interpretazione limitatamente alla specificità del regolamento del condominio interessato. Ma se non bastasse, c'è dell'altro.

​Questo non è stato un fattore chiave invece per il giudice ligure, che ha invece basato la sua decisione in maniera assolutamente esclusiva sull' interpretazione letterale del regolamento condominiale in vigore per tutti e due i condomini.

Esiste anche la possibilità di un criterio di sanzionamento attuabile da parte dell' amministratore di condominio. Egli può infatti ai sensi dell'art. 70 att. c.c., anche essere artefice di sanzioni pecuniarie nei confronti di condomini responsabili delle violazioni del regolamento in essere.

Se avessi bisogno di altre informazioni legali, puoi trovarle nel nostro sito.

Nel campo di ricerca, puoi anche specificare, se cerchi un preventivo di un avvocato gratis, o per esempio “avvocato online a Milano” o scegliere la città che preferisci.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Condominio
Articoli per Diritto Civile
Ti potrebbe interessare anche...
Oneri condominiali in caso di vendita: chi e quanto paga? Risponde l'avvocato online.
Il parere legale: recintare le aree comuni con un cancello non è un'innovazione che necessita della maggioranza qualificata.
L'amministratore di condominio che falsifica il bollettino di versamento dell'acqua è punibile. Ecco perché.
Le norme condominiali circa il rumore: cosa dice l'avvocato online
Il vecchio amministratore non consegna la documentazione del Condominio al nuovo amministratore. Lo studio legale spiega come tutelarsi
Gli avvocati iscritti all’ordine rispondono: è possibile chiedere l’usucapione di una servitù di parcheggio su un'area condominiale?
L'ascensore da posizionare o da ristrutturare in Condominio. Chi decide?
Non tutti i condomini sono stati invitati alla riunione di condominio. La delibera è valida?
Un condomino non paga le spese dell'acqua: è possibile staccare la sua utenza? L’avvocato risponde
Se il regolamento condominiale lo vieta espressamente, non è possibile adibire un appartamento ad affittacamere
L’interesse soggettivo del condomino non può essere leso dall’interesse collettivo di tutti gli altri condomini. Cerca avvocati specializzati in questa materia e richiedi la loro assistenza legale
Le regole del condominio su lavori ordinari, straordinari e innovazioni
L'assemblea condominiale, quanti partecipanti occorrono per approvare le decisioni
Come procedere quando nel condominio vanno fatti lavori importanti
Lanciare rifiuti dalla finestra o provocare odori nauseabondi è reato
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.