Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

L'ascensore da posizionare o da ristrutturare in Condominio. Chi decide?

Ascensore da ristrutturare o da posizionare, chi decide.
Ascensore da ristrutturare o da posizionare, chi decide. Assai ricorrente nel diritto condominiale è il caso in cui venga convocata un'assemblea per decidere se posizionare o meno un ascensore o se ristrutturarlo.

Da sempre i condomini, spiega lo studio legale, si interrogano su chi abbia il diritto di concorrere a queste decisioni; se debbano essere convocati ed ammessi al voto, o meno, anche i proprietari degli alloggi e dei negozi dei piani terra o ammezzati.

Una recente Sentenza della Corte di Cassazione ha precisato come l'ascensore debba essere considerato un bene comune, di proprietà di tutti i condomini. (*) In tale ottica dovrà ritenersi illegittima la delibera condominiale con la quale venga discussa ed approvata l'apposizione o la ristrutturazione dell'ascensore con la partecipazione dei soli proprietari degli immobili dei piani superiori.

Conseguentemente, anche le spese dell'ascensore dovranno essere divise in base ai millesimi tra tutti i condomini. Si ritiene, dunque, auspicabile dotare il Condominio preliminarmente di un regolamento di carattere contrattuale che preveda una ripartizioni degli oneri e delle spese, differente da quella legale, proporzionalmente all'effettivo utilizzo.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
(*) Suprema Corte di Cassazione, sentenza 14 luglio 2015, n. 14697 …1. – È impugnata la sentenza della Corte d’appello di Genova, depositata il 14 febbraio 2009, che ha accolto l’appello proposto da N.A. avverso la sentenza del Tribunale di Genova, e nei confronti del Condominio via (omissis). 1.1. – Il condomino N.A. aveva agito contro il Condominio per l’annullamento della delibera 7 luglio 1994, nella parte in cui – per quanto ancora di interesse – recava l’approvazione dell’esecuzione di un intervento di ristrutturazione dell’ascensore, essendo stata adottata con la partecipazione dei soli condomini proprietari degli appartamenti situati dal primo all’ultimo piano dell’edificio, con esclusione dei proprietari del piano ammezzato e dei negozi.

Il Condominio aveva contestato la domanda, evidenziando che l’ascensore era sempre stato al servizio dei soli appartamenti situati al di sopra del piano ammezzato, ed apparteneva soltanto ai proprietari dei predetti immobili.

1.2. – Il Tribunale aveva rigettato la domanda. 2. – Proposto appello dal sig. N. , cui resisteva il Condominio, la Corte territoriale ribaltava la decisione sul rilievo che l’intervento in oggetto non riguardava semplicemente la manutenzione degli ascensori – ciò che avrebbe giustificato l’intervento dei soli condomini che ne usufruivano – ma era finalizzato alla conservazione della cosa comune e quindi doveva essere approvato con la partecipazione di tutti i condomini.
avvocati in evidenza specializzati in Condominio
2.1. – La Corte d’appello richiamava la giurisprudenza di legittimità in tema di riparto delle spese di manutenzione e delle scale, da effettuarsi secondo la regola posta dall’art. 1124 cod. civ., applicabile analogicamente all’ascensore, stante l’identità di ratio.La sentenza impugnata ha fatto corretta applicazione del principio secondo cui la proprietà dell’ascensore è comune a tutti i condomini, salvo titolo diverso, e che il criterio di ripartizione delle relative spese contenuto nell’art. 1124 cod. civ. non incide sul regime di proprietà….

4.3.1. – La pronuncia citata, dopo aver ribadito che la disciplina contenuta negli artt. 1123-1125 cod. civ., sul riparto delle spese inerenti ai beni comuni, è suscettibile di deroga con atto negoziale, e, quindi, anche con il regolamento condominiale che abbia natura contrattuale, ha affermato che “deve ritenersi legittima non solo una convenzione che ripartisca tali spese tra i condomini in misura diversa da quella legale, ma anche quella che preveda l’esenzione totale o parziale per taluno dei condomini dall’obbligo di partecipare alle spese medesime. In quest’ultima ipotesi, nel caso cioè in cui una clausola del regolamento condominiale stabilisca in favore di taluni condomini l’esenzione totale dall’onere di contribuire a qualsiasi tipo di spese (comprese quelle di conservazione), in ordine a una determinata cosa comune (come ad es. l’ascensore), si ha il superamento nei riguardi della suddetta categoria di condomini della presunzione di comproprietà su quella parte del fabbricato”.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Condominio
Articoli per Diritto Civile
Ti potrebbe interessare anche...
La consulenza dell'avvocato per un tema sentito in ogni condominio: stendere i panni gocciolanti.
Oneri condominiali in caso di vendita: chi e quanto paga? Risponde l'avvocato online.
Il parere legale: recintare le aree comuni con un cancello non è un'innovazione che necessita della maggioranza qualificata.
L'amministratore di condominio che falsifica il bollettino di versamento dell'acqua è punibile. Ecco perché.
Le norme condominiali circa il rumore: cosa dice l'avvocato online
Il vecchio amministratore non consegna la documentazione del Condominio al nuovo amministratore. Lo studio legale spiega come tutelarsi
Gli avvocati iscritti all’ordine rispondono: è possibile chiedere l’usucapione di una servitù di parcheggio su un'area condominiale?
Non tutti i condomini sono stati invitati alla riunione di condominio. La delibera è valida?
Un condomino non paga le spese dell'acqua: è possibile staccare la sua utenza? L’avvocato risponde
Se il regolamento condominiale lo vieta espressamente, non è possibile adibire un appartamento ad affittacamere
L’interesse soggettivo del condomino non può essere leso dall’interesse collettivo di tutti gli altri condomini. Cerca avvocati specializzati in questa materia e richiedi la loro assistenza legale
Le regole del condominio su lavori ordinari, straordinari e innovazioni
L'assemblea condominiale, quanti partecipanti occorrono per approvare le decisioni
Come procedere quando nel condominio vanno fatti lavori importanti
Lanciare rifiuti dalla finestra o provocare odori nauseabondi è reato
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.