Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Pena sospesa se l'abuso edilizio viene demolito

Pena sospesa se l'abuso edilizio viene demolito
Pena sospesa se l'abuso edilizio viene demolito In caso di condanna per reati edilizi il giudice ha la facoltà di sospendere la pena se l'edificio abusivo viene demolito.

La decisione è a sua totale discrezione e oltre a questo ci vuole la garanzia che chi ha commesso il reato non ripeta mai più infrazioni del genere e si impegni a ripristinare la zona esattamente com'era prima che venisse costruita l'opera abusiva.

Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione, l'adempimento dell'obbligo di demolizione può comportare il beneficio della sospensione della pena perché garantisce le azioni pregiudizievoli del crimine, secondo quanto stabilisce l'articolo numero 165 del Codice Penale.

La legge sostiene che la sospensione condizionale della pena "può altresì essere subordinata, salvo che la legge disponga altrimenti, all'eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose del reato".
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
Già in passato la giurisprudenza ha percorso lo stesso indirizzo e si è espressa sulla sospensione condizionale della pena nello stesso modo.

È indispensabile che il giudice nel momento in cui concede questo beneficio ne giustifichi adeguatamente le motivazioni e soprattutto ha il potere discrezionale di farlo e non l'obbligo.

Quando si configura un probabile reato di abuso edilizio l’iter comincia con un accertamento e, in caso positivo, l'edificio viene posto sotto sequestro.

A meno che il giudice non decida di sospendere la pena a propria discrezione, nel momento del sequestro iniziano i termini per la prescrizione del reato, che sono di quattro o cinque anni a seconda dei casi.

Il reato cade in prescrizione, mentre l'illecito amministrativo non si prescrive mai e il Comune potrebbe ordinare la demolizione del manufatto abusivo in qualunque momento.
avvocati in evidenza specializzati in Edilizia
Nel caso della sentenza in questione e di altre simili, i giudici hanno sospeso la pena a patto che il condannato ripristinasse lo stato dei luoghi nel modo esatto in cui si trovavano prima della costruzione abusiva e vi erano anche le condizioni certe perché non ripetesse il reato.

L'abusivismo edilizio è punito con l'arresto fino a due anni e un'ammenda che può superare i 30.000 euro; la materia è disciplinata dal testo unico in materia edilizia, che stabilisce tutte le norme e le disposizioni generali e più specifiche per la costruzione degli edifici.

Con l'emanazione della legge n. 47 del 1985, c'è stata per la prima volta la regolamentazione organica per la regolarizzazione degli abusi e dei rispettivi fabbricati.
Se hai bisogno di una consulenza legale in materia, chiedila direttamente ad un avvocato specializzato su questo portale.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Edilizia
BARBARA COSTANTINI
studio Costantini
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella
ANTONELLO VIOLA
Studio Masotta Viola
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella Avvocato online senza stella
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.