Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Caldaie: ogni quanto tempo è obbligatorio il certificato di un tecnico abilitato

Caldaie: ogni quanto tempo è obbligatorio il certificato di un tecnico abilitato
Caldaie: ogni quanto tempo è obbligatorio il certificato di un tecnico abilitato Il d.p.r. numero 74 del 2013 ha sancito l'obbligo del controllo delle caldaie a gas ogni quattro anni.

Attualmente vi sono molte differenze tra le varie regioni d'Italia e fino al 2015 era obbligatorio il controllo degli impianti domestici fino a 35 kW ogni due anni.

Impianti più potenti dovevano essere controllati ogni anno e adesso il controllo quadriennale è previsto per le caldaie dai 10 ai 100 kW.

Il periodo di accertamento è stato allungato a quattro anni per gli impianti che hanno meno di 8 anni di età, sebbene le regioni possano modificare i criteri in base al proprio territorio.

Non esiste una legislazione nazionale univoca, a parte il fatto che il controllo dei fumi va fatto ogni quattro anni da un tecnico abilitato dalla legge.

Gli impianti domestici alimentati da fonti energetiche non rinnovabili sono soggetti a controlli regolari che ne verifichino l'efficienza energetica mediante l'autocertificazione.

Un professionista munito di abilitazione deve venire a casa ed effettuare la pulizia e il controllo dell'impianto, compilando un'autocertificazione e incaricandosi di inviarla all'ente che gestisce gli impianti termici.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
La visita del tecnico ha un costo medio di 100 euro e dove ancora non è stato attivato il catasto degli impianti termici l'autocertificazione va inviata al Comune o alla Provincia.

Secondo le nuove leggi europee, i controlli sono obbligatori per le caldaie a gas di potenza superiore ai 20 kW e per gli impianti di condizionamento superiori ai 12 kW.

Tutte le regioni italiane si stanno adeguando alle nuove normative sebbene non siano uguali dappertutto; in molti comuni i controlli sono ancora fatti ogni due anni ed è diversa anche la potenza degli impianti.

Ad esempio in Liguria le ispezioni devono essere fatte ogni quattro anni se l'impianto ha più di 15 anni e ogni due anni se ne ha di meno, anche in Toscana si tiene in considerazione l'età dell'impianto, ma cambiano le fasce di potenza.

In provincia di Matera il regolamento non include gli impianti di aria condizionata estiva ma prevede il controllo di tutte le caldaie superiori a 10 kW di potenza.

La normativa europea esclude una potenza così bassa e molte regioni italiane non si sono ancora attivate per mettere in pratica il d.p.r. 74/2013.
avvocati in evidenza specializzati in Edilizia
Secondo le ultime direttive del Parlamento europeo, gli Stati membri possono fissare intervalli diversi di ispezione a seconda del tipo di potenza dell'impianto di riscaldamento, considerando i costi di controllo da cui il risparmio energetico potrebbe derivare.

Quando un cittadino chiama un tecnico per far controllare l'impianto, questi deve effettuare tutte le verifiche e trasmettere l'autodichiarazione all'ente preposto.

Il bollino blu non viene rilasciato gratuitamente ed ha costi diversi da una regione all'altra. L’unica regione italiana in cui è gratuito è il Piemonte, mentre in Puglia costa 25 euro per caldaie al di sotto dei 35 kW e può arrivare a superare i 300 euro per impianti molto potenti.

A volte persino in una stessa regione variano i prezzi, per esempio in Emilia Romagna il bollino costa 5 euro per qualunque potenza, eccetto a Parma, dove costa 140 euro per impianti superiori e 600 kW e a Forlì si può arrivare a 600 euro per ogni potenza.

Nella provincia di Pesaro Urbino bisogna pagare anche per comunicare la messa a norma dell'impianto, mentre in altri comuni italiani è prevista solamente una multa in caso di mancanza della comunicazione.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Edilizia
Laura Mezzena
Studio legale Mezzena
Avvocato - MILANO
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella Avvocato online senza stella
BARBARA COSTANTINI
studio Costantini
Avvocato - ROMA
EA Ranking:
Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online stella piena Avvocato online mezza stella
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.