Egregioavvocato Loading...
Loading...
Naviga articoli avvocati per...

Sciopero nazionale degli avvocati dal 10 al 14 aprile 2017

Sciopero nazionale degli avvocati dal 10 al 14 aprile 2017
Sciopero nazionale degli avvocati dal 10 al 14 aprile 2017 Gli avvocati penalisti faranno sciopero da lunedì 10 a venerdì 14 aprile 2017 per protestare contro la riforma del codice penale.

Non sarà la prima volta, già dal 20 al 24 marzo la Giunta dell’Unione delle Camere Penali aveva deciso l’astensione dal lavoro contro la modalità mediante la quale era stata posta al Senato la riforma del codice penale e di procedura.

Il 15 marzo scorso il Senato ha approvato il disegno di legge riguardante il codice penale, il codice di procedura penale e di ordinamento penitenziario, ma la Giunta ha ritenuto che il Governo ha applicato una scelta iniqua sottraendo un ramo del Parlamento al dibattito democratico.

La protesta da parte degli avvocati si ripeterà, come ha annunciato nei giorni scorsi l’Unione delle Camere Penali e, dal 10 al 14 aprile 2017, i penalisti si asterranno dalle udienze in tutta Italia.
servizi per te da egregioavvocato
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia
 
La protesta contro i modi autoritari e antidemocratici è stata decisa perché la legge è stata approvata senza nessun dibattito parlamentare, allungando i tempi di prescrizione e affrontando argomenti delicati come il processo a distanza.

La Giunta dell’Unione delle Camere Penali ha invitato tutte le camere del territorio ad organizzare manifestazioni locali e in seguito anche nazionali durante i giorni dello sciopero.

Gli avvocati contestano fermamente la riforma, perché introdurrà modifiche rilevanti in ambito penale, ma anche sul diritto processuale, le quali entreranno in vigore sin dall’approvazione della legge.

Tra le novità più importanti previste vi sarà l’estinzione del reato da parte del giudice: se la persona ha riparato completamente il danno e non vi sono più conseguenze pericolose o dannose, il giudice potrà dichiarare il reato estinto durante il processo.
avvocati in evidenza specializzati in Approfondimenti
Alcune novità si applicheranno solamente con l’entrata in vigore della legge, come la scadenza dei termini di prescrizione per i reati contro i minori.

Crimini come maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e sfruttamento sessuale cadranno in prescrizione quando la vittima compirà 18 anni.

I termini di prescrizione sono oggetto di accesi dibattiti, come la decorrenza, che si interromperà in tutti i casi quando il Pubblico Ministero delegherà la polizia giudiziaria all’interrogatorio.

Sotto accusa anche la decisione di modificare la procedibilità di alcuni reati contro la persona, che saranno sanzionati solamente con la pena pecuniaria oppure con una pena detentiva non superiore a quattro anni.

Dovrebbe essere anche tutelata maggiormente la libertà personale, applicando il principio di irretroattività delle misure penali modificando l’applicazione congiunta con le misure di sicurezza.

Dopo un primo sciopero di marzo, vi sarà una nuova astensione dal lavoro degli avvocati penalisti ad aprile e probabilmente la protesta andrà avanti fino a che non sarà fatta chiarezza sull’approvazione della legge senza dibattiti parlamentari, in maniera antidemocratica e autoritaria.

Chiedi una consulenza legale ad uno dei nostri avvocati esperti.
avvocati in evidenza (gratuito patrocinio) specializzati in Approfondimenti
 
ACCESSO AREA RISERVATA
Avvocato Email
Avvocato password
Password dimenticata?
Attenzione: controllare la correttezza dei dati inseriti
SEI UN AVVOCATO E VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Inviaci una mail e sarai contattato.